Il Blog di FuturaImmagine

Esempi Landing Page: modelli e differenze tra Squeeze e Sales

 

Quanti tipi di landing page esistono?

Potremmo dire che ci sono infiniti tipi di landing page. Qualsiasi pagina di destinazione, di fatto, è una landing page per definizione. Ma esistono pagine che funzionano e pagine che fanno perdere tempo e soldi alle aziende che le commissionano.

Per questo motivo, quando mi chiedono cos'è una landing page, io rispondo sempre che una landing page è una pagina web che rappresenta la migliore risposta ad un problema (o ad un bisogno) del mercato.

Se vuoi approfondire, leggi: Cos'è una landing page?

Rispondere bene è importante e per questo avere esempi, modelli e un metodo che ti consenta di realizzare pagine efficaci è fondamentale.

Se pensi ad un piccolo market di paese e lo confronti con un grosso ipermercato troverai diverse similitudini nella struttura e nel modo in cui sono disposti gli elementi chiave: all’inizio potrai trovare i carrelli e i cesti per fare la spesa, gli elementi essenziali saranno in posti più difficili da trovare (perché li cercherai comunque) e vicino alle casse ci saranno sempre le caramelle. Con una landing page avviene più o meno lo stesso.

Esistono diversi elementi importanti e devono essere sempre presenti ma possono essere più o meno sintetizzati. Tutto dipende dall’obiettivo della pagina e dalle barriere all’acquisto.

Per individuare i tipi principali di landing page dobbiamo quindi partire dall’azione che la pagina deve perseguire. L’obiettivo può essere quello di ottenere email di persone potenzialmente interessate a diventare clienti oppure raccogliere direttamente richieste di preventivo o vendite.

Come puo immaginare le barriere d’entrata per questi due obiettivi sono differenti. Se l’unica paura di chi ci lascia il suo indirizzo email è quello di ricevere spam indesiderato, quando lasciamo i nostri dati personali e richiediamo un preventivo (o peggio effettuiamo l’acquisto) dobbiamo scaricare molte più paure ed esitazioni.

Per questo motivo esistono pagine corte, o squeeze page, in genere utilizzate per il primo scopo, e pagine lunghe, o sales page, indispensabili per perseguire il secondo obiettivo.

 

Landing page: Cos’è una squeeze page?

È una pagina che ha come obiettivo quello di incuriosire l’utente offrendoti un contenuto che ti interessa - o magnete - in cambio della tua email. La tua email sarà inserita in un sistema di e-mail marketing automation che permetterà a chi ha creato la pagina di farti passare dallo stato di lead “freddo” a lead “caldo”. Cosa significa? Semplicemente che ti saranno inviate email “formative” che ti avvicineranno al prodotto o servizio promosso da chi invia le email.

Funziona? Si, ma dipende da come viene strutturato il processo.

Puoi implementarlo da solo? Probabilmente no, perché ci sono diversi ostacoli.

Chi ti vende corsi di webmarketing non ti dice che lo scoglio principale non è di tipo tecnico ma piuttosto strategico. Creare un sistema di vendita a distanza è più complesso che costruire tecnicamente una pagina web, come vendere dal vivo è più complesso che raggiungere con la macchina il cliente per la trattativa.

Il problema è che quando ascolti i guru sul palco pensi che il problema sia tutto tecnico vedendo gli strumenti in uso ti convinci che ce la puoi fare da solo.

Fidati, è complesso.

Mi occupo di grafica e comunicazione da vent’anni e sviluppo siti web da 15. Da oltre 5 mi occupo solo di processi di lead generation e posso assicurarti che l’aspetto più importante della strategia non è di tipo tecnico.

Non è mai uno strumento che ti permette di raggiungere il risultato che vuoi ottenere ma, piuttosto, il modo in cui riesci ad utilizzarlo.

Per vendere bisogna capire le persone e possedere empatia e sensibilità. Devi fargli capire che tieni a loro, che sei la soluzione migliore per il loro problema e che il tuo obiettivo è quello di soddisfarli affinché si possa costruire un rapporto duraturo basato sulla fiducia.

Il vantaggio dell'email marketing è proprio questo. La fiducia. Hai la possibilità, infatti, di raggiungere persone interessate a quello che vendi (se le hai coltivato bene la tua lista) e quindi il tasso di conversione sarà maggiore rispetto a qualsiasi campagna sviluppata su traffico freddo o non profilato.

Ma dipende dal messaggio, dalla qualità della tua lista e dal rapporto che hai creato con loro. Non è che fai scaricare un mattone, invii newsletter a cacchio e trovi clienti. Naturalmente serve sempre buon senso.

Costruire un magnet credibile non è semplice e troppo spesso ho visto mettere come magnet brochure, testi sconnessi o documenti che non rappresentano un vero valore per l’utente.

Chi scarica sente che la sua fiducia è stata mal riposta e proprio per questo motivo non diventerà MAI tuo cliente. È una cosa importante, la fiducia, non giocarci mai.

Quando ho scritto il libro Landing Page Efficace, conquista il tuo mercato con un’offerta invincibile ho utilizzato una landing page per fare lead generation. Come regalo, per chi lasciava la sua email, facevo scaricare uno dei capitoli più bello del libro, probabilmente quello che gli utenti trovano più interessante. Oltre 35 pagine.

Molti marketers, purtroppo, non la pensano in questo modo.

Ad ogni modo, non penso che la lead generation di qualità bassa (ottenere un indirizzo email per poi inviare newsletter) sia il primo obiettivo che devi perseguire. Certo, se l’alternativa è creare un sito vetrina sei un passo avanti, ma probabilmente puoi fare di meglio.

Puoi costruire una sales page ma prima so che, se hai vistato la squeeze del libro, ti frulla una domanda in testa: perché è così lunga?
La risposta è semplice. Una pagina lunga converte sempre di più di una pagina corta perché offre più informazioni agli utenti che navigando perseguono proprio questo scopo: informarsi.

Nei test il copy lungo batte invariabilmente il copy corto, sosteneva Ogilvy.

E se dobbiamo fare una pagina lunga, perché non provare a vendere?

Ti presento la sales page.

 

Landing Page: Cos’è una sales page?

La sales page è una pagina che ha come obiettivo la vendita o la richiesta di preventivo.

A prima vista è più lunga, molto più lunga, e realizzarla è molto più complesso ma per molti business può fare davvero la differenza.

I marketers tendono a venderti la lead generation perché in questo tipo di landing page è più facile ottenere numeri (tante email) e quindi dimostrare che il lavoro fatto funziona. Ma a me, citando un collega di valore, interessano solo i numeri che contano… e poi c’è un altro fattore: Perché dovrei creare un sistema che forma gli utenti inviando email quando alcuni utenti sono già pronti ad acquistare e devono solo essere convinti che la mia pagina sia la risorsa migliore per il loro problema?

Pensa ad un condominio che ha problemi con la fognatura, ad una persona con il mal di denti la sera o ad una mamma che rientra la sera a casa con la carrozzina e si accorge che la porta blindata è stata manomessa e ora non si apre.

Cosa vogliono queste persone? Davvero pensi che vogliano essere “istruite”?

La sales page vende l’azione immediata più alta, la vendita o la richiesta diretta di assistenza. Potrebbe essere quella di una azienda specializzata nel pronto intervento spurghi, quella di un dentista che è aperto fino alle 24 senza costi aggiuntivi o ancora quella di un fabbro che interviene in soli 15 minuti dalla tua chiamata.

 

Landing Page: differenze tra squeeze page e sales page

Come potrai immaginare, il tipo di rapporto che si crea è simile ma esiste una differenza importante. Nella lead generation cerchiamo di convertire un pubblico di qualità più bassa e creiamo una conversazione che si sviluppa nel tempo, anche in settimane. Nelle landing page che preferisco realizzare io invece il rapporto è più stretto e immediato.

Hai presente quando due persone al bar sono così in sintonia da imitare l’una i movimenti dell’altro a breve distanza di tempo? Questo tipo di rapporto è esattamente quello a cui dobbiamo ambire attraverso la costruzione della nostra pagina.

Per raggiungere questo scopo tutte le informazioni che interessano all’utente e che possono ridurre i suoi dubbi devono essere scritte nella pagina che, ovviamente, sarà più lunga.

 

Ora potrei pubblicarti un’infografica dove ti spiego tutti gli elementi di una landing page ma probabilmente ti porterei fuori strada... quindi ecco qualche esempio concreto, di landing page che ho realizzato personalmente.

 

Esempi Landing page per servizi

[widgetkit id=49]

Landing page per prodotti

[widgetkit id=48]

Esempi Landing page per corsi di formazione

[widgetkit id=46]

Esempi Landing page per divertimenti

[widgetkit id=47]

 

Durante questi anni di studio oltre al webdesign mi sono documentato sulle tecniche di copywriting (la scrittura per vendere), ho studiato le armi della persuasione e il neuromarketing e sono riuscito a far confluire tutti i miei studi in un mio metodo personale basato su un modello teorico di funzionamento della pubblicità chiamato AIDA (attenzione, interesse, desiderio, azione).

A questo modello, che si compone di 4 fasi, ne ho aggiunte altre 5 fino a formare il mio metodo personale che ho simpaticamente chiamato OGGI VINCI TU (molti leggendolo sorridono ed è segno che il nome funziona ^_^).

Continua a leggere e scopri subito il metodo Oggi Vinci Tu.

Vuoi una landing page efficace?
 

FuturaImmagine è una web-agency specializzata nella creazione di siti web ad alto tasso di conversione. In pratica, aiutiamo le imprese a vendere online attraverso pubblicazioni, corsi di formazione, progetti "done for you" e consulenze di Marketing.

Fondata nel 2005 da Luca Orlandini, è oggi una delle più affermate agenzie di Conversion Marketing e sviluppo web. Per visualizzare gli ultimi progetti e le ultime testimonianze dei nostri clienti ti consigliamo di visitare la pagine dedicata alla Landing Page o allo Sviluppo Web. In questo sito potrai trovare anche i feedback e i progetti web fino al 2012.

Tutti i contenuti sono riservati, la riproduzione anche parziale senza consenso scritto è vietata e sarà perseguita.

Cerca nel sito